Se siete in partenza, la fase di preparazione della valigia è una criticità vera e propria. Bisogna infatti pensare a lungo termine (quando invece si vorrebbe solamente pensare al felice momento in cui saremo in spiaggia e apparirà il lettino davanti ai nostri occhi) e cercare di non dimenticare niente.

Ognuno ha la propria tecnica e io, negli anni, ho affinato la mia.

Ecco una scelta dei miei punti fissi e qualche consiglio.

1) Che vestiti mi porto? Per non dimenticare nessuna categoria di vestiti, nel momento della scelta immagino di dovermi vestire. Dunque penso ai vari indumenti da posizionare mentalmente sul mio corpo: pantaloni/gonne, scarpe, t-shirt e così via…così non c’è pericolo di lasciare a casa nulla!

2) E le creme? Per evitare che le creme vadano in ebollizione sotto il sole cocente, da qualche anno utilizzo una borsa che ha una parte schermata all’interno e che permette di limitare l’azione del caldo. Ovviamente le creme non saranno fresche ma nemmeno bollenti. In più, essendo anche impermeabile, ha una marcia in più!

3) Documenti a portata di mano! I documenti sono essenziali e devono essere sempre in ordine per evitare incidenti di percorso o intoppi di tempistiche. Esistono organizer pensati apposta per chi viaggia che possono contenere i documenti di viaggio, il passaporto, le carte di credito e tutto l’indispensabile per avere tutto sott’occhio. Avete prenotato da soli hotel o voli online? Oltre ad avere una copia delle prenotazioni sul telefono, stampatene qualche copia in modo tale da averne di scorta

4) Sicurezza si, ma rispettando le regole. Vi sentite più sicuri a chiudere la valigia con il lucchetto? Vi capisco, lo faccio anche io. Ma è importante lasciare la possibilità di aprire la valigia per un controllo veloce: comprate i lucchetti con apertura TSA oppure, se dovete comprare una valigia nuova, sceglietene una con il lucchetto integrato.

E voi? Che strategia avete?