È appena terminata la mia prima settimana di vacanza nella selvaggia isola di Creta. Per questa prima parte di viaggio abbiamo affittato una casa (Villa Irene tramite Airbnb) a Kolymbari e due macchine e abbiamo girato un po’ la municipalità di Kissamos (la più a ovest).
Ottima la sistemazione e il cibo, di cui parlerò più avanti. Ma che dire delle spiagge? Ecco quelle che meritano sicuramente una visita, in ordine di gradimento personale!

1) Falasarna Beach. Facile da raggiungere, a 30 minuti di auto da Kolymbari. Lunga spiaggia attrezzata in più punti con ombrelloni e lettini: quando arrivate, posizionatevi dove preferite, Christo e il suo staff verranno con calma a chiedervi 7€ per l’utilizzo. Acqua limpida, cristallina e con un’ottima visibilità. Onde più o meno presenti a seconda del vento ma mare assolutamente vivibile, anche per i bambini. Una taverna e un bar completano l’offerta turistica a prezzi buoni: 4 piatti (1 insalata di tonno, 1 dakos – bruschette tradizionali con pomodoro e formaggio – 2 piatti di melanzane al forno) e bevande, 32€.

image

2) Elafonissi. A un’ora circa di distanza da Kolymbari, la strada per Elafonissi è lunga e abbastanza tortuosa. Navigatore e cartina alla mano, passerete da molti tipici paesini che vi separano dalla spiaggia, caratteristici e particolari. Vi accoglie l’ampio parcheggio, oltre a una spiaggia lunga e attrezzata. Gli ombrelloni non mancano ma non tardate troppo ad arrivare perché verso le ore 12 il parcheggio sarà preso d’assalto e vi sembrerà di essere in un’affollata spiaggia della Romagna, sia per il numero di italiani che per la quantità degli stessi. Il consiglio è quello di arrivare per le 9.30 e fare un giro alla scoperta del paesaggio mozzafiato dell’area quando ancora non c’è troppa gente per fare foto, selfie e bagni quasi in solitaria. La spiaggia è adatta ai bambini anche se il mare, nella sua parte meno profonda, è un po’ freddo. Ombrellone con 2 lettini, costo 7€. La particolarità è il colore della sabbia che dona alla spiaggia la tonalità rosa tipica della zona.

image
3) Balos. È sicuramente l’escursione più faticosa tra le 3 perché da fare assolutamente in macchina: non optate per raggiungere la laguna con i traghetti, arrivereste insieme ad altre 1.000 persone e non vi godereste la bellezza più grande, ovvero la visione dall’alto della spiaggia. Dunque, sveglia presto: bisogna raggiungere la spiaggia entro le 9.30 per potersi accaparrare uno dei pochi ombrelloni (7€ con 2 sdraio) e per vivere la spiaggia con poche persone…durante la giornata la folla continua ad arrivare senza sosta. Il parcheggio della spiaggia di Balos si raggiunge con 20 minuti di strada in macchina da Kolymbari e l’ingresso costa 1€ di tassa governativa a persona. Da questo punto iniziano 8km di strada sterrata (circa 30 minuti di percorrenza) e, una volta posteggiato, inizia la parte da fare a piedi: prima sterrata e poi a gradoni (circa 1km) ma ne vale davvero la pena perché una volta superate le montagne davanti a voi si delinea un panorama meraviglioso. Ricordate, al ritorno in salita, di portare con voi una bottiglia d’acqua, non ci sono zone in ombra e il caldo si fa sentire. Per evitare di viaggiare pesanti, potete acquistare bibite, panini e snack presso un piccolo chiosco che troverete in spiaggia.

image
Tutte le spiagge sono attrezzate di bar, bagni, docce e cabine per permettere ai turisti di cambiarsi.
Enjoy!