Come forse ormai avrete capito sono un’appassionata di centri termali e Spa. Ne ho visitati tantissimi,  soprattutto all’estero, dove l’organizzazione è sempre perfetta e i servizi offerti sono davvero eccellenti. Di recente ho avuto però l’opportunità di provare diversi centri termali anche in Italia e voglio condividere con voi le mie diverse esperienze, sperando che possano esservi utili in caso decidiate prossimamente di passare un weekend o anche solo una giornata in una Spa.

Tra febbraio e maggio ho visitato le Terme di Merano in Alto Adige, le Terme di Milano e le Terme di San Casciano dei Bagni in Toscana.

Di seguito le mie recensioni.

Terme di Merano – piscine con viste sui monti dell’Alto Adige

In occasione di un recente long weekend in Alto Adige, il 25 aprile ho deciso di passare una giornata alle Terme di Merano, situato in pieno centro di questa splendida città. Il centro termale è molto moderno e colorato, con una apprezzabile area esterna. All’interno ci sono 15 piscine con acqua calda e fredda con diverse temperature che vanno da  33° a 37° gradi (18° in quella fredda).

Le piscine interne sono circondate da ampie vetrate che permettono di ammirare in qualsiasi momento le montagne circostanti e la natura dell’Alto Adige. Lo splendido paesaggio si gode meglio dalle piscine esterne, secondo me decisamente migliori di quelle interne. Alcune vasche interne sono abbastanza ampie, ma altre un po’ piccole e quando il centro è molto affollato non si riesce neanche a usare un idromassaggio. Purtroppo in Italia quando qualcuno si piazza su un idromassaggio ci resta per un periodo illimitato senza spostarsi e dare l’opportunità agli altri di godere degli stessi benefici. In Germania invece ogni 2 o 3 minuti una campanella suona molto discretamente e invita le persone a lasciare il posto ad un altro (la sera invece della campanella c’è un segnale luminoso) dando la possibilità a tutti coloro che hanno pagato l’ingresso di usufruire di tutti i servizi.

Allo stesso livello delle piscine interne ci sono anche un bagno a vapore, una stanza per l’inalazione con acqua salina e il reparto saune accessibile solo a maggiorenni e senza indumenti (come si usa nei paesi del Nord Europa). In prossimità delle piscine interne sono poi a disposizione degli ospiti dei lettini per rilassarsi (non tantissimi in realtà) e una zona di ristorazione.

L’acqua termale, utilizzata dal 1966 per bagni e inalazioni, proviene da Monte San Vigilio a Lana ed è acqua minerale controllata clinicamente con effetti curativi certificati. Nei dintorni di Monte San Vigilio abbonda il granito, che arricchisce l’acqua piovana all’interno della montagna con radon, fluoro e metalli rari. L’acqua è raccolta in una galleria lunga 1.200 m a un altitudine tra i 1.503 und 1.483 m s.l.m. e da lì è poi convogliata a Terme Merano. Pare che grazie a queste caratteristiche siano particolarmente adatte al trattamento di malattie croniche delle vie respiratorie e malattie reumatiche delle articolazioni.

Curiosità: lampadari grandissimi e colorati che illuminano l’area interna.

Voto 6 – Molto bella l’area esterna con vista sui monti.

Per ulteriori informazioni: http://www.termemerano.it/it/ 

termeMerano

Terme di Milano – relax metropolitano

Milano è la mia città. Qui sono sempre tutti stressati perché si lavora molto e il tempo per rilassarsi invece è sempre troppo poco. E’ importante quindi che anche nella metropoli esista un’oasi dove passare una giornata, o semplicemente qualche ora a farsi coccolare, a rilassarsi per eliminare un po’ di stress. C’ero già stata un po’ di anni fa (almeno 5 o 6) e non mi erano piaciute particolarmente. Le vasche interne erano troppo piccole e sovraffollate, l’area esterna offriva poco (forse solo un idromassaggio) e i servizi in genere non erano il massimo. Ci sono tornata a febbraio di quest’anno e sono stata piacevolmente sorpresa in positivo perchè la struttura è decisamente migliorata. L’area esterna ora è molto ampia con vasche idromassaggio perfettamente inserite nel contesto del giardino circondato dalle antiche mura spagnole.

TermeMilano

Qui l’acqua della falda viene riscaldata e portata a una temperatura di 36° gradi per renderla più gradevole. Le vasche esterne non sono grandissime ma davvero belle e curate con rigeneranti idromassaggi di tutti i tipi: cascate, per rilassare i muscoli delle spalle e della schiena, idromassaggi a pavimento per tonificare i muscoli del dorso e dei glutei, e idrogetti per stimolare la microcircolazione.

Le aree che apprezzo di più, e che penso siano quella che amino molto anche i milanesi sono le zone relax, forse appositamente pensate per gente stressata. Un’oasi di benessere che comprende oltre trenta pratiche relax, tra vasche sensoriali cromoterapiche, vasche con musicoterapia, percorso Kneipp, docce Vichy e pediluvi. Qui, dove il silenzio è d’obbligo ci si lascia coccolare e trasportare in un altro mondo da canti di uccellini, cicale e musica rilassante. Le mie preferite sono l’enorme sala buia e dotata di cuscinoni bianchi, grandi come un letto matrimoniale, circondati da una specie di gabbia – dove nell’area centrale ci si può riscaldare con raggi infrarossi temporizzati – e la piccola saletta dove ci si può addormentare su materassi ad acqua perdendo la cognizione del tempo.

TermeMilano2Inoltre, tutti i giorni il centro organizza anche degli eventi benessere a cui si può partecipare gratuitamente o con un piccolo sovrapprezzo. Io ho provato il savonnage,  un trattamento che dura circa 30 minuti e che si svolge all’interno del bagno a vapore per rinnovare la pelle del corpo donandole un aspetto luminoso e tonico. L’azione sinergica di uno scrub in gel e di una morbida schiuma di sapone di Aleppo leviga dolcemente e idratata la pelle davvero in profondità, lasciandola liscia e profumatissima.

Curiosità:  la fermata del benessere.  Nell’area esterna c’è un vero e proprio tram, ormai in disuso, adibito a sauna. Si tratta dell’unica biosauna al mondo allestita all’interno di un tram con una temperatura di 70° gradi e 35% di umidità.

Voto 7 – decisamente migliorato rispetto a qualche anno fa. Molto apprezzate le aree relax e l’area esterna. Divertente il tram allestito a sauna.

Per ulteriori informazioni: http://www.termemilano.com/ 

 

Terme di San Casciano dei bagni – acque antiche, terme moderne in Toscana

Quando ho sentito parlare la prima volta di San Casciano dei Bagni già dal nome ho intuito ovviamente che si doveva trattare di un paese noto per le terme. E infatti è proprio così, ma non sapevo che le proprietà termali dei bagni di San Casciano fossero storiche e utilizzate da millenni. Sono ben 43 le sorgenti sparse in tutto il territorio con una portata di acqua a 42° C di oltre 5 milioni di litri giornalieri. Pare che furono gli Etruschi i primi a scoprirne l’eccezionalità seguiti dai Romani che svilupparono l’area termale che conobbe il suo periodo di maggior splendore nel XVII secolo. Oggi le stesse sorgenti sono a disposizione dei turisti nei vasconi aperti al pubblico gratuitamente 24 ore su 24 e 365 giorni all’anno e che alimentano anche il lussuoso centro termale Fonteverde (che potete vedete nella foto principale di questo post), tra i più conosciuti e rinomati in Italia, dove è possibile immergersi nelle acque calde tra i resti delle antiche terme romane con vista spettacolare sulle colline toscane.

BagniSC

FonteverdePresso Fonteverde, dove possono accedere anche i bimbi più piccoli (cosa abbastanza rara in Italia), le vasche hanno una profondità di 130 cm e una temperatura media di 37°/38°.  Le acque di San Casciano dei Bagni sono solfate, calciche, fluorate e hanno proprietà antinfiammatorie e analgesiche che agiscono sull’apparato locomotore che acquista tono muscolare facendo rilassare il sistema nervoso. Inalata in forma di vapore quest’acqua aiuta a migliorare la funzionalità delle vie respiratorie mentre, se bevuta, rappresenta una fonte alimentare di calcio utile nella terapia dell’osteoporosi e una fonte alimentare di elettroliti per gli sportivi. Sulla pelle ha un vero effetto peeling che rigenera e idrata la cute, lasciandola davvero levigata e morbida. L’azione benefica delle acque termali di Fonteverde è unica perché qui viene usata acqua senza alcun trattamento chimico o fisico che ne alteri la costituzione naturale ed è microbiologicamente pura.

Il Centro termale Fonteverde è collegato al resort a 5 stelle che porta lo stesso nome, dotato di tutti i confort di un lussuoso hotel dal quale gli ospiti possono accedere direttamente alle terme in accappatoio e godere di alcune piscine esterne riservate solo a loro. Il centro offre numerose piscine, tra cui l’esclusivo Bioaquam caratterizzato da 22 tipi di idromassaggio con una splendida vista valle. E anche qui l’offerta della Spa è molto ampia: sono oltre 100 i trattamenti offerti tra cui trattamenti estetici viso e corpo, di medicina estetica con metodi innovativi, massaggio orientali, naturopatia, fangoterapia e cure inalatorie anche in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale.

Curiosità: la piscina per cani. A Fonteverde gli animali sono ospiti più che graditi. Qui gli amici a quattro zampe possono svagarsi all’aria aperta in aree recintate, sguazzare in una piscina termale a loro dedicata (penso unica in Italia) e riposare nella stessa stanza dei proprietari.  Ad ogni ospite a quattro zampe viene fornito un kit completo comprensivo di coperta, asciugamano e ciotola. All’occorrenza è anche a disposizione un dog sitter.

PiscinaperCani

Voto 9 – decisamente le migliori terme che ho visitato finora in Italia. L’area esterna con vista sulle colline toscane è spettacolare.

Per ulteriori informazioni:

http://www.fonteverdespa.com/it/resort-spa-toscana/1-0.html

http://www.sancascianobagni.com/

E voi siete mai stati in uno di questi centri termali? Cosa ne pensate? Avete altre Spa da segnalarmi?