Come ogni giugno che si rispetti, anche quest’anno ho fatto un salto in Franciacorta per il Festival d’Estate. Ho scelto tre cantine dove non ero mai stata e ho messo anche in agenda di partecipare al famoso pic-nic che si svolge ormai dallo scorso anno a Palazzo Monti della Corte.
Un weekend all’insegna del buon vino, di bellissimi paesaggi e di un caldo rovinoso per fortuna attenuato dal fresco delle cantine.

La prima etichetta che ho scelto di visitare è La Montina, azienda storica situata a Monticelli Brusati la cui famiglia nel 1982 ha acquistato la tenuta che nel 1600 era di Benedetto Montini (da qui il nome dell’azienda).

La famiglia ha investito molto nella realtà, sia ristrutturando la vecchia villa padronale che realizzando la cantina vera e propria, interrata nella collina.

La villa è stata recuperata mantenendo i volumi esterni mentre l’interno è stato rinnovato mantenendo la classicità della struttura e dello stile, creando spazi adatti ad ospitare eventi e in particolare matrimoni. La cantina ha avuto invece tre step di realizzazione (il primo del 1988, il secondo nel 2000 e il terzo nel 2005) e si trova interamente sotto la collina.Il fil rouge che unisce villa, cantina e ambientazione è sicuramente l’arte, identificata nelle opere d’arte moderna dedicate a Remo Bianchi e disseminate in tutta la location.

Stiamo parlando di una delle aziende storiche della Franciacorta con 8.000mq di cantina, 70 ettari di vigneti sparsi nel territorio e con una produzione annua di 500.000 bottiglie.

Alceo Totò, agronomo di La Montina, membro della famiglia proprietaria e membro del comitato tecnico del Consorzio Franciacorta, ci ha guidato nella visita alla cantina, ci ha illustrato le varie fasi di produzione delle varie tipologie di Franciacorta e ci ha accompagnano nella degustazione in una sala che ospitava una mostra temporanea sulla cultura aborigena.Attualmente La Montina ospita 1.600.000 bottiglie al suo interno, in diverse fasi di vita, alcune pronte, altre atte a divenire.

La chicca innovativa che ho trovato in questa cantina è sicuramente la struttura di supporti curvi in metallo che permette girare le barrique e di conseguenza movimentare il vino senza aprirle, aumentando la velocità del processo e permettendo al vino di entrare in contatto con l’aria il meno possibile.

Se volete visitare la cantina e approfittare di un’esperienza divertente e ideale per l’estate per degustare i Franciacorta proposti, giovedì 22 giugno alle 19.00 La Montina organizza Tres Bon un pin-nic in vigna accompagnato da piatti preparati dagli chef di Villa Baiana abbinati ai vini La Montina.
Per info: https://lamontina.com/2017/05/26/tres-bon-pic-nic-cantina/

E se tra voi ci sono tifosi del Milan, non potete di certo perdervi il Franciacorta Rossonero dedicato alla squadra! Tutte le info qui: https://lamontina.com/la-montina-il-franciacorta-rossonero/