A quale categoria di viaggiatori appartenete? Quelli che cercano di mangiare italiano all’estero? O siete invece tra quelli che si buttano e assaggiano la novità per poi decidere se la cucina locale fa per loro o meno?

Noi vogliamo inserirci nella seconda categoria. Certo, torniamo in Italia e nessuno ci impedisce di gustarci un’ottima pasta con il tonno non appena entriamo in casa; le proprie radici e le proprie tradizioni non si scordano mai! Ma vogliamo essere viaggiatori non solo con lo sguardo ma anche con il gusto, provare le specialità locali e al massimo dire “no, questo non fa per noi!”.

Ecco le tre tipicità che abbiamo assaggiato durante il nostro viaggio!

Il durian
Partiamo da questo frutto tropicale tipico malesiano (e dei paesi confinanti). Si può dire particolare, tanto che, ad esempio, ne era vietato l’ingresso nel nostro hotel! Perché? Ha un odore davvero pestilenziale! Nella nostra traversata in nave da Khota Baru alle isole Perhentian una persona che viaggiava con noi ne aveva una borsa piena…per fortuna non eravamo al chiuso e i frutti erano intatti, ma l’odore si sentiva distintamente.
Sarò onesta, non abbiamo avuto il coraggio di assaggiarlo ma quando abbiamo cenato al Pavillion ci siamo concetti dei dolci a base di Durian di Hokkaido Baked Cheese Tart: per fortuna era mixato con il formaggio che ne stemperava il sapore!

Il putu bambu tradisi
Si tratta di dolci a base di farina di riso, farina di tapioca, zucchero di palma, cocco e aroma di pandan che dona al putu bambu il caratteristico colore verde. L’abbiamo assaggiato al Kasturi Walk, il mercato all’aperto di fianco a China Town. Il procedimento è semplice: si inserisce l’impasto in cilindri di bambù perché il dolce prenda una forma stretta e lunga; i cilindri vengono poi posizionati su una griglia in metallo che permette la cottura a vapore attraverso dei buchi sopra i quali sono appoggiati i cilindri. Basta una decina di minuti, durante i quali è necessario girare il cilindro perché il dolce venga cotto da entrambe le estremità e i putu bambu sono pronti per essere gustati! Una confezione da 6 pezzi, 3,5 ringgit, ovvero circa 80 centesimi di Euro. 

Il cendol
E’ una bevanda dolce ma dissetante tipica della Malesia e dei paesi del sud est asiatico. Gli ingredienti sono molto basici: latte di cocco, zucchero di canna e gelatina verde ai quali si posso aggiungere fagioli, durian o jackfruit. L’origine di questa bevanda non è chiara ma probabilmente è nata in Indonesia, a Java per l’esattezza, e poi ogni paese ha acquisito una propria variante nella tradizione locale. Noi abbiamo assaggiato la ricetta malesiana durante la nostra visita alla città di Malacca. Molto buono!