Visto il grande interesse riscosso dall’articolo che abbiamo recentemente pubblicato sul Nirvana Fitness ho chiesto alla mia amica Serena Celfo, che mi ha fatto conoscere questa disciplina, di approfondire l’argomento. Pubblichiamo quindi di seguito la sua intervista a Nicoletta Guidarini, Nirvana Education Specialist. Enjoy it!
Incuriosita dall’articolo dedicato un po’ di tempo fa al “Nirvana Fitness”, una nuova disciplina che unisce Yoga, Pilates e Tai Chi con la musica, ho approfondito il tema. Ho così incontrato Nicoletta Guidarini, presidente della Scuola Italiana Fitness (S.I.F. ASD, https://www.facebook.com/scuolaitalianafitness/) nonché NES del programma NIRVANA FITNESS, Trainer di FreestylerPilates e di altre discipline sportive nel campo del Fitness, la quale mi ha raccontato tante cose interessanti in merito al Nirvana Fitness… scopriamole insieme!

NES NICO 1
Cosa ti ha spinto a diventare una NES? Le chiedo subito: “Da oltre vent’anni lavoro nel mondo del Fitness come formatrice e istruttrice. Ciò che mi ha colpito subito di questa disciplina olistica è il fatto di essere davvero innovativa e basata su un metodo scientifico, diversamente dalle solite novità che si trovano in giro e che spesso non sono altro che nomi nuovi a vecchie attività!”
Come sei venuta a contatto con il Nirvana? Il Nirvana Fitness mi è stato proposto dal Coordinatore Nazionale Fulvio D’Acierno che mi ha invitata a provare questa nuova disciplina della quale sono subito rimasta entusiasticamente colpita, tanto da diventare NES.
Perchè si chiama Nirvana? La parola Nirvana nel Buddhismo significa “lo stato più alto dell’anima” (enlightne), però ad oggi si utilizza generalmente per descrivere uno stato di felicità e di pace. Questa è la sensazione che vogliamo far provare ai nostri iscritti.
Ho visto che nella disciplina del Nirvana Fitness vengono utilizzate le Campane Tibetane. A cosa servono? Il suono della campane tibetane presenti nella disciplina può essere utilizzato per la meditazione sonora e può avere anche una valenza terapeutica: il massaggio sonoro. Il principio è quello della risonanza/consonanza: il suono si espande con movimenti circolari che agiscono sui blocchi energetici agevolandone lo scioglimento. In base agli studi da me svolti, avere le campane tibetane all’interno della lezione di fitness aiuta a capire l’importanza dell’”essere qui ed ora” alla base di tutte le discipline olistiche, che scandisce l’importanza di vivere pienamente l’istante presente, l’unico modo per vivere una vita senza rimpianti né rimorsi.
Quando e dove nasce Nirvana Fitness? “Il Nirvana Fitness nasce in Slovenia dalla collaborazione tra Sergy Petrovic, direttore creativo della FGI d.o.o. e inventore del sistema Freestyler (Tm), e Katja Zupan (NEX), già formatrice Pilates e discipline olistiche”. Il Nirvana Fitness è un marchio registrato.
Quali sono i titoli del Nirvana Fitness? I titoli nel Nirvana Fitness sono: NEX, NES, NIN e NEO. I NEX sono i Formatori dei NES e degli Istruttori, possono viaggiare e formare in tutto il mondo. I NES sono i Formatori degli Istruttori, possono viaggiare nella Nazione e in alcuni casi essere mandati all’estero. I NIN sono gli Istruttori. I NEO invece sono coloro che ospitano le formazioni degli Istruttori di Nirvana, questa figura prevede dei guadagni differenti.

Come si diventa Istruttore? Si diventa Istruttore Nirvana partecipando ad un corso di formazione della durata di 2 giorni. Il corso costa 298,00 euro più IVA, che comprendono 4 cd, 1 dvd ed il manuale Istruttore.

Che profilo deve avere chi vuole insegnare Nirvana? Deve essere Istruttore di Fitness o quanto meno essere già Istruttore di qualche disciplina olistica (Pilates, Tai Chi, Yoga ….).
Già dai suoi ideatori emerge quindi chiaro l’intento di unire in un unico metodo di allenamento la respirazione (Yoga) e lo schema di esercizi mirati alla tonificazione e alla postura (Pilates). “Esatto. Inoltre, la disciplina è stata importata nel gennaio 2015 inizialmente in Italia ed in Spagna dall’azienda Fitjumps Italia – aggiunge Nicoletta Guidarini – grazie ai coordinatori Nazionali Nirvana, Fulvio D’Acierno e Merce Sebastia, la quale è qualificata come NES – Successivamente anch’io mi sono qualificata come NES (ovvero formatrice di Istruttori Nirvana) insieme a Larisa Levac, e successivamente Milena Hermes. A completare la squadra, il ruolo di presenter è ricoperto da Anna Rivieri.”
Torniamo alle caratteristiche di questo vero e proprio metodo: la respirazione è un aspetto fondamentale, lo schema di esercizi segue un ritmo preciso basato su un rapporto 4/4, 4/8 e 4/12 (rapporto inspirazioni/espirazioni) per garantire una corretta ossigenazione e migliorare l’efficacia del risultato soprattutto per lo stato di rilassamento finale “Nirvana”. E’ il senso dello stare nel respiro. “E’ proprio così – spiega Nicoletta – La respirazione diventa movimento, ed il movimento lavora in sinergia con la musica, altra componente molto importante del metodo Nirvana Fitness”.
E questo, devo dire, mi affascina molto dal momento che da un po’ di tempo mi occupo anche io di suono/Gong. Anche io durante le sessioni di Gong e strumenti ancestrali sto sperimentando in prima persona l’efficacia e la potenza rigenerante delle vibrazioni. “Assolutamente si, infatti si tratta di una musica chillout appositamente composta da Guido Negraszus (compositore australiano) in cooperazione con lo Staff Nirvana, che aiuta ad eseguire gli esercizi a un ritmo preciso in cui la respirazione accompagna tutti i movimenti. A questa musica chillout si unisce il suono delle onde theta appositamente studiate dallo scienziato belga Stephane Pigeon, che sono le frequenze emesse dal nostro cervello in fase di rilassamento, durante la meditazione, e nella fase REM del sonno. Ma c’è di più: il cervello entra in risonanza con questa musica. Infatti i suoni prodotti dalla musica sono due, il cervello “risponde” producendone un terzo definito “battito binaurale” che nasce per differenza tra i due suoni percepiti. Questo genera il fenomeno della risonanza con la musica. Questa è la scienza alla base del metodo Nirvana Fitness.
Questo ancora di più si avvicina all’esperienza con i Gong, la incalzo io – infatti durante l’esposizione ai suoni prodotti dal Gong tutto il nostro corpo vibra con quei suoni e lo stato di rilassamento finale è eccezionale… un vero e proprio “massaggio sonoro”. “Proprio così, dice Nicoletta, infatti la musica del Nirvana Fitness con le sequenze di esercizi tratti dal Pilates e dallo Yoga, vanno a massaggiare i muscoli, tonificandoli e ossigenandoli. Infatti è proprio grazie alla sinergia di queste tecniche di respirazione che si riescono a rilassare il diaframma toracico (detto muscolo della serenità) ed il diaframma pelvico, recuperando così una postura corretta ed una respirazione sana”.
Chi viene a fare Nirvana Fitness? L’efficacia di questi esercizi fitness coreografici eseguiti con lentezza – sottolinea Nicoletta – in modo consapevole e attento, rendono questa disciplina interessante per le persone di tutte le età – dai 20 ai 75 anni – fa bene a 20 anni perché tonifica e corregge la postura e a 70 perché aiuta a mantenere l’elasticità e la morbidezza dei movimenti”.
Che importanza ha la respirazione? “La mancanza di ossigeno, la respirazione inadeguata (con la parte alta dei polmoni) è infatti la causa principale che determina stress e stati ansiogeni come il “burnout”, ovvero l’esito patologico di un processo stressogeno che colpisce coloro che sono impegnati quotidianamente e ripetutamente in attività che implicano le relazioni interpersonali. Quando non siamo più in grado di rispondere in maniera adeguata ai carichi eccessivi di stress che il loro lavoro ci porta ad assumere, la pratica del metodo Nirvana è in grado di aiutare a controllare, e quindi a diminuire questi stati ansiogeni grazie appunto alla respirazione diaframmatica “consapevole” che è immediatamente collegata al miglioramento dello stress e del nostro stato di salute.
La respirazione corretta e consapevole ci serve per dare una risposta efficace allo stress. Ogni ciclo respiratorio è un massaggio, perciò questo processo ottimizza la capacità del corpo di pompare i liquidi, di nutrire e di disintossicare il corpo. La respirazione deve avere un ciclo di 8 respiri al minuto, sopra i 10 respiri/min si entra in uno stato di sofferenza.
Dove si pratica in Italia? “Siamo presenti a livello nazionale su tutto il territorio italiano. Al momento le mie lezioni si svolgono a Buccinasco (MI) presso la SIF asd (https://www.facebook.com/scuolaitalianafitness/), e al Forum di Assago. Altre lezioni con altre istruttrici sono tenute a Binasco (MI), a Milano, a Roma, a Latispoli, a Trieste, a Catania e a breve anche a Rosolini (SR).
A meno di un anno quante persone frequentano? Gli iscritti ad oggi ai miei corsi sono circa 40/50 persone divisi in gruppi di massimo 15 persone per lezione. Tramite il Coordinatore Nazionale so che anche gli altri corsi delle altre regioni sono molto frequentati.
Quali sono i riferimenti per chi fosse interessato ad avere ulteriori informazioni in merito a questa disciplina? Il sito è www.nirvana.fitness, la mail del Coordinatore Nazionale è italia@nirvana.fitness, il suo numero di telefono è 349.4374209, ed il mio è 339.4706969.

Grazie Serena! Ricordiamo che Serena Celfo organizza spesso i Bagni di Gong. Per chi fosse interessato ecco i suoi contatti: 346-9832852 – serena.celfo@gmail.com

Immersioni Gong-Gong bath