Sono già passati due weekend ma se chiudo gli occhi ancora sento l’atmosfera che ho respirato a Palazzo Monti della Corte a Nigoline di Corte Franca durante il pic-nic organizzato in occasione del Festival Franciacorta d’Estate.

Una cornice magnifica per una festa en plein air dove poter degustare le etichette della zona abbinate a piatti d’autore a base di prodotti del territorio.

Ce n’era davvero per tutti i gusti, da bere e da mangiare. E il livello indubbiamente alto. Negli anni ho imparato che, in linea di massima con qualche piccola eccezione, dove ti giri ti giri, in Franciacorta si beve bene (m.p.o. da leggersi: mia personale opinione).

E per esaltare delle buone proposte al calice non c’è niente di meglio che accompagnarle a dell’ottimo cibo: piatti caldi, freddi, risotti, éclair, carne, pizza cucinati live dai più importanti chef della Franciacorta o originari della zona ma attualmente in trasferta. Abbinamento vino/piatti assolutamente arbitrario, a discrezione dell’avventore, fermo restando la possibilità di chiedere agli esperti del campo presenti.

Qualche esempio delle prelibatezze gustate?
Manzo all’olio non tradizionale, risotto mantecato al Franciacorta con ragout di faraona e tartufo estivo, raviolo di tinca ripiena, con burro di malga e formaggella camuna, tinca al Forno versione street food, sfoglia all’uovo ripiena, accompagnata da vellutata di zucchine e bottarga del Sebino, sarda di lago fritta in crosta, lattuga di mare e cialda di riso venere, éclair all’olio d’oliva riserva Cappuccini con fonduta di formaggella della Valsabbia e sarde di Monte Isola.

Se vi ho incuriositi, non perdetevi la prossima edizione del Festival Franciacorta, il 16 e 17 settembre!

© F.Cattabiani